A MIO FAVORE


A mio favore
Ho il verde segreto dei tuoi occhi
Le parole di odio le parole d'amore
Il tappeto che partirà per l'infinito
Questa notte o la notte che verrà

A mio favore
Ho i muri che insultano sottovoce
Ho il rifugio sicuro sopra il mormorio
Ostinato della vita che ancora verrà
Ho la barca nascosta tra le foglie
Il giardino dove l'avventura ricomincerà



Testo: 		Endrigo / O'Neill
Musica: 	Endrigo / Bacalov 
Edizione: 	Fonit Cetra Music Publishing S.r.l. 


testo pubblicato per gentile concessione della Fonit Cetra Music Publishing S.r.l.

Un mio amico pittore, Edolo Masci, aveva letto un libro di poesie di Alexandre O’Neill, un poeta portoghese e mi disse che c’era una poesia che secondo lui avrei potuto musicare molto bene. Così è nata A Mio Favore. 
 O’Neill lo conobbi poi a casa di Amalia Rodriguez a Lisbona, quando andai in Portogallo a fare delle serate.
 
 [da “Sergio Endrigo. La Voce Dell’Uomo” (Edizioni Associate, 2002)]